06 set 2009

IL PRIMO AMORE

IL PRIMO AMORE
Siede la terra dove nato fui,
per dirla come Dante con Francesca,
tra laghi e colli dai verdi declivi,
dove il luccio e la trota ben si pesca
e fresche corron l'acque dentro i rivi,
traverso boschi ombrosi e fossi bui.

 Dalle balze dei monti,Primavera
fà sciogliere le nevi ,e l'insalate,
sui dossi soleggiati abbarbicate,
ingrassan,dal padrone ben guardate,
bevendo di quell'acqua ch'è sincera.

E quel ramo di lago presso stà
dove il Manzon fe' navigar Lucia.
Addio monti della mia lombardia...
Nessuna meraviglia allor che là,
storie d'amore e di malinconia
vàghin nell'aria,dolci e dilettose,
come a maggio il profumo delle rose.

Come a maggio il profumo dell'incenso
là nella Chiesa ad onorar Maria,
sale alle arcate in bianche spire,
intenso,così sale il ricordo all'alma mia.

 E fu là che ti vidi,bionda e bella,
e galeotta fu la chiesa,dice
Dante che lì vedea Beatrice
e trasognava di restar con quella.

Occhi azzurri ed un tepido sorriso
come velato di malinconìa,
'si calmo e dolce ti faceano il viso,
che sùbito mi pose in prigionìa.

All'incedere tuo ,'si dignitoso,
il core mi batteva tumultuoso,
e se vicin vedea le tue lentiggini,
mi prendeva un attacco di vertigini.

 Vicino al sacro fonte del Battista
era il tuo loco,dello tempio al retro
ed io là per goder della tua vista,
come lo pubblican,ti stavo dietro.

Il bianco collo con la catenina
d'oro,io riguardava e poi mirava ancòra
finchè finiva il rito e giunta l'ora,
de la tua imago io mi facea rapina
e la portavo in cor come beato,
uscendo al sole sopra il bel sagrato.

Son passati tant'anni e ancora sento,
tranquillo e tondo,il suon delle campane,
che me le porta,amico,il dolce vento
che sospira da terre mie lontane.

Nè mai nulla ti dissi,e tu sapevi,
soavemente il core mio tenevi,
che pur se bocca mai nulla disvela,
l'amore è tale fior che non si cela,

ma pochi l'anni miei,quasi un bambino
che da poco ha dismesso il calzoncino.
Con tanto amore e nessuna speranza,
me ne restavo dunque alla distanza

ma nulla m'impediva di sognare
e nel mio letto a sera,immaginare
di carezzarti dolcemente il viso
e addormentarmi con il tuo sorriso,

continua ?

Nessun commento: