09 lug 2010

TRISTEZZA

TRISTEZZA
Gira,rigira l'acqua e va via
affonda il gorgo dal rumore strano
ed inghiotte la vita mia
con dolore;fermarla è vano,


Veloci e lenti i giorni miei
senza speranze scorrono giù
e non vale pregare gli dei
quello che fu,non torna più.
Dentro quel gorgo l'amore mio
ogni momento n'annega un poco,
come in un tetro,crudele gioco
miei sogni in pezzi in un turbinìo.


Quel che potrebbe esser, non vole
destin crudele che così sia
e cerco l'aria e cerco il sole
ma non mi scalda la sorte ria.


L'ultimo pane spezzare ho brame
e nel mio nappo bever vorrete....
ma del mio grano nessuno ha fame,
ma del mio vino nessuno ha sete.

Nessun commento: